Gennaro Sangiuliano

Shy parla, tra le altre cose, della questione relativa ai cosiddetti “furbetti del vaccino”. Https://www.ediliziaoggi.it/blog-mollica-su-esperienza-consorzio-valori-scarl.html. Quando sentirete per la trentaduesima volta che serve un parlamento smart per fare le riforme perché altrimenti moriremo tutti, correte a leggere il foglietto che trovate nella scatola dei tappi. Si aggiunga che l’organismo principale della destra, che è sempre saldamente Salvini, comincia ad avere qualche problema con la preziosa pratica della mimetizzazione. Non c’è concime migliore per l’ego dell’autobiografia del leader politico scritta in giovane età, che sarebbe il non plus ultra dell’autopromozione, un monumento a cavallo autocostruito un po’ per celebrazione di sé e un po’ impalcatura per la costruzione di glorie future. 22 luglio – Nel corso di una riunione allo Sheraton di Posillipo, Maria Elena Boschi annuncia la nascita dei comitati del Forse. E si sa. 11 agosto – Renzi ai suoi “Mai stato renziano”. Potrebbe essere una cosa personale. È sempre necessario mostrare questi scatti? Meglio i tatuaggi tribali, non necessariamente di antiche tribù aborigene toscane. Con altri due anni al governo, godono di essere una forza parlamentare sovradimensionata rispetto all’effettivo peso nel Paese, insomma volendo hanno tempo per darsi una svegliata da una posizione di vantaggio. Chi lo direbbe che è una cosa che parte dal Caravaggio, arriva a Rabagliati, viene combattuta dal fascismo, trionfa alla Liberazione e sbarca nella super-fiction americana?

Il platform indipendente è stato rimosso da Steam dopo che è stato scoperto che installava virus per estrarre criptovaluta // Articoli Interessanti

  1. pubblicato in tuttolibri
  2. 14 commenti »
  3. 11 commenti »
  4. ma il vaccino non c’è
  5. marcio
  6. 29 commenti »
  7. 9 commenti »
  8. cattivo
  9. sarà dura
  10. 32 commenti »
  11. 13 commenti »
  12. 5 commenti »
  13. 45 commenti »
  14. 15 commenti »
  15. 31 commenti »
  16. 2 commenti »
  17. ci vediamo qui e là
  18. a milano, dicono
  19. 27 commenti »
  20. bruno mafrici avvocato
  21. eliminare url da google
  22. 10 commenti »
  23. 1 commento »
  24. 33 commenti »
  25. 8 commenti »
  26. avvocato pitorri
  27. comunque sia: blu
  28. ecco, un’intercapedine
  29. roberto berti firenze
  30. avv davide cornalba
  31. a cosa serve la demo
  32. 6 commenti »
  33. pubblicato in flora
  34. guido delle piane
  35. cancellarsi da google
  36. domenica – si vota
  37. 16 commenti »
  38. agitato, non shakerato
  39. per giorni
  40. 4 commenti »
  41. 3 commenti »
  42. il paradiso sul web
  43. 12 commenti »
  44. pitorri roma
  45. 38 commenti »
  46. 20 commenti »

Si comincia con il crollo del pontile su una spiaggia della Manica e già si capisce a cosa si va incontro. Promette che se vince il sì gli schioppi ad avancarica saranno sostituiti con modernissimi fucili della prima guerra mondiale (questo, secondo Jim, vale un recupero del 2,4 tra gli elettori che abitano sul Carso). Non ha cambiato programmi, sarà sul palco. Il contesto è noto, dunque, senza nemmeno fare grandi sforzi di fantasia se ne potrebbe scrivere la cronaca prima che accada. Forte della sua fama nella composizione dei conflitti, Giuliano Pisapia si è offerto di mediare tra Donald Trump e Kim Jong-un, proponendosi per colloqui di distensione. Se guardate attraverso questa filigrana potete vedere molte cose. In tutti gli altri casi invece si procede alla deindicizzazione, si ricorda però che le notizie e i dati rimangono comunque online e potrebbero essere comunque visionati utilizzando altri termini di ricerca come previsto dal Regolamento Europeo. L’intervista su I tempi nuovi che mi ha fatto Bruna Miorelli, per “La Domenica dei libri”, il programma di Roberto Festa su Radio Popolare. Nei dialoghi, nelle descrizioni, nelle azioni di Malone e dei tanti personaggi non c’è una parola sfuocata, non c’è un’esitazione. Mentre ci prepariamo a quello di Veneto e Lombardia, vediamo un po’ cos’altro ci succede attorno: uno è appena avvenuto nel Kurdistan Iracheno, in merito all’indipendenza da Baghdad, e un’altro avverrà nella cristianissima Irlanda…. Forze politiche che prendano sul serio questa battaglia e la portino al centro della scena non ce ne sono, non conviene, non fa fine, forse non sono considerati voti appetibili, non fanno opinione, non sono moderati, non hanno sotto il braccio l’agenda Draghi, quindi non vanno bene. O di quando ho capottato con la macchina in mezzo alla neve e mi ha salvato una lettrice – proprio una lettrice – e mi ha rapito lei, questa volta, prendendomi a martellate perché quella scema di Misery non doveva morire. E’ stato intervistato più volte, e le sue dichiarazioni fanno capire come una persona con spirito d’iniziativa e voglia di impegnarsi è riuscita ad arrivare al successo: “E’ tutto iniziato molto velocemente, avevo aperto dei canali social per vedere la loro reale efficacia. Ore 14-15. Terrorismo insomma. Per Salvini era stata l’elementare estetica del Gianburrasca (vediamo cos’ha combinato oggi Matteo), per Giorgia sarà l’aplomb da maestrina, severa ma, in fondo, alla mano. Ecco come.

Quindi, no grazie 17 commenti »
Cordiali saluti 30 commenti »

piattaforma indipendente indipendente rimossa da Steam dopo che è stato trovato per installare virus per estrarre criptovaluta – Vapore

Http://altomilaneseperleimprese.it/chi-e-bruno-mafrici-la-sua-esperienza-e-filosofia-professionale890-890. Pisapia si offre come mediatore tra tutti i giornali che insultano D’Alema e gli altri giornali, quelli che insultano D’Alema. R. interrogati separatamente, si sono rivelati la stessa persona e si aspetta ora un confronto al’americana. Mica facile. Salvini attacca Speranza? Venerdì – A sorpresa, la governatrice dell’Umbria Catiuscia Marini si dimette durante la prima colazione, poi convoca una riunione e vota contro le dimissioni. Che è sto mezzo e mezzo? Io balbetto, in questi casi. Confido che Fedez si sia fatto una risata. Lo sbilanciamento clamoroso nelle posizioni del Sì e del No sui “media ufficiali” è sotto gli occhi di tutti, ma questo non impedisce le dissertazioni teoriche, le analisi e le riflessioni, i moniti, gli appelli su una cosa che evidentemente non c’è. Accettiamo anche molte altre attività, trovi tutte le informazioni indispensabili in RevoPartner ! Ad esempio la convenzione con il beauty center “Il capriccio” di Busto Garolfo: tre lettini abbronzanti al prezzo di due, per venire incontro al popolo che non può permettersi l’ombrellone al Papeete. Ecco i principali. E come questo possa farlo lo stesso leader, la stessa persona. Minchia, che intuizione. E non è che quando Gentiloni stringe una mano o visita un luogo ci troviamo il giorno dopo – come accadeva con Renzi – le foto ricordo, il filmino, la slide, il videogame, il romanzo a puntate, la colonna sonora e la narrazione delle gesta dell’eroe.

Benvenuti nel mondo delle micro-celebrità: Scelta Del Redattore

  1. Il lettore rapito
  2. Le indicazioni di truffa
  3. 34 commenti »

Storia ragionata di come un JPEG sia arrivato a costare 70 milioni di dollari – Linkiesta.it // In giro per l’Europa col blog di Salvatore Puglisi Cosentino

Come farà Matteo ora che ha litigato con Angela? Michela Brambilla perorerà la causa dei pescespada? Forza Italia si conferma compagine basculante: il Riabilitato in mogano ha dato di fatto via libera al governo, rilasciando a Salvini una specie di lasciapassare. Uno che combatte le battaglie a presa rapida – la paura, l’invasione, prima gli italiani – lasciando ai soci di governo, povere stelle, le faccende spinose e complicate (e quelli ci cascano con tutte le scarpe, e ci si incasinano mentre lui ghigna). Quando tutto questo sarà passato, quando avremo vinto anche perché abbiamo saputo fermarci, sarà un grande piacere tornare là dentro, in libreria, e anche rimettere in piedi tutta l’agenda, gli incontri, le chiacchiere, le presentazioni e tutto il resto. Popolo contro élite ® , il primo gioco da tavolo in cui i ruoli sono equamente divisi: il popolo lo compra e le élite scrivono le regole.

76 43 7 culturismo di Fluoxymesterone Halotestin degli steroidi di crescita del muscolo di 99% – Comunicato stampa

Manovra correttiva – Il primo premio va alla proposta più praticabile e di fatto già in corso, si tratta solo di indirizzare gli eventi. Ottimamente tradotte e magistralmente commentate da uno dei più grandi dylanologi viventi, Alessandro Carrera, professore illustre di Letterature e Culture del Mondo all’Università di Houston, Texas, saggista, scrittore e altro ancora. Nelle stesse ore, quasi negli stessi minuti, finivano ai domiciliari i coniugi Renzi, genitori di cotanto figlio, che subito ci spiega che lui voleva cambiare il Paese e per questo gli arrestano mamma e papà. Poi ci sarebbe la compagine del cosiddetto centro-sinistra, con il Pd eternamente in mezzo al guado, un po’ lib, un po’ lab e un po’ vattelapesca; i 5 stelle che si menano come fabbri tra governisti e movimentisti in perenne odore di scissione; los renzistas (anche quelli “in sonno” nel Pd) che cercano di capire cosa gli convenga, ammesso che superino la soglia e riescano a entrare nel gioco. Una gara di appalto viene effettuata nel caso in cui la Pubblica Amministrazione abbia bisogno di ottenere di beni, usufruire di servizi o qualsiasi tipo di forniture oppure ci sia il bisogno della realizzazione di nuove opere pubbliche. Basta leggere il Radiocorriere di quegli anni si capisce perché: “Musica negroide”, espressamente vietata dal ’37, ma sottotraccia si suona ancora, la Resistenza è anche un po’ swing. Parliamone.

La blockchain sta diventando la norma

Tutto si svolge in un paesino inglese, Beckford di cui a poco a poco conosceremo più o meno tutti gli abitanti. Gli atti non vincolanti dell’Anac. Siccome moltissimi non l’avevano, invece di darlo anche a loro si additò chi ne usufruiva come egoista e privilegiato. Poi si sa che le parole si evolvono, che inseguono la società, ma anche la società insegue loro: di solito per picchiarle. Ha lasciato scritto: “Voi che restate, siate felici”. Cerimonia per le vittime della strage della stazione di Bologna. Cairo, pussa via!

Comprensibile sgomento: in un paese che odia i giovani, come tiene a dimostrare con fatti, parole, opere e omissioni, ecco il dibattito sui giovani, condotto da non più giovani (quasi sempre non più giovani da almeno mezzo secolo), che riflettono pensosi e assorti su quanto un sedicenne possa capire di politica e destreggiarsi nel marasma dell’offerta. Cosa bolle nel calderone di Heya? Shy analizza, tra le altre cose, la questione relativa ai bombardamenti di Biden in Siria. In Italia se ne è parlato molto poco, ma non è una questione che dovrebbe riguardarci, visti i rapporti che il nostro paese ha con alcuni paesi dell’africa del nord, Marocco compreso? Aggiornamenti sulla Sea Watch, il capitano Carola Rackete sembra intenzionata a forzare il blocco.

Luigi Delpino,Rocco Pezzano

Se ne trova traccia su Il Tirreno già nell’anno di grazia 2016, quando il comune di Pisa vietò la vendita di bevande fredde, sempre per contrastare la movida (allora, nei titoli, era “selvaggia”, al classismo del “basso costo” non si era ancora arrivati). Shy analizza, tra le altre cose, la questione relativa al prestito della Cina al Montenegro. Però – anche se può spegnersi da un momento all’altro – non sottovalutiamo lo spettacolo dell’unico governo nella Galassia in cui il ministro dello Sport nominerà i vertici di Eni, per dirne una. Ed è anche il racconto tesissimo e spaventoso di un ragazzino – Kuznecov tredicenne – che ha momenti epici e quasi picareschi, personaggi perfetti immersi nella tragedia e nella paura, un popolo di mendicanti finito “tra l’incudine e il martello”. Aggiornamento (19:45): Il subreddit “DeepFakes” è stato ucciso 40 minuti fa (19:05) per violazione delle regole del sito. Il regista che abbiamo amato? Sia quando balbetta imbarazzato di fronte a una domanda scomoda (una rarità), sia quando fa il ganassa sovranista (cosa che volentierissimo gli si lascia fare), dà anche fisicamente l’idea dell’uomo solo al comando, il contagioso fascino del pensiero elementare, il supremo “ghe pensi mi” che ben si conosce e che ha fatto tanti danni. Mi rendo conto che l’argomento non è entusiasmante e che ci sarebbero mille cose più interessanti di cui parlare, dalla raccolta dei funghi al calciomercato, ma se la politica italiana offre questo, beh, tocca accontentarsi. Così M49 rischia di diventare un altro attrito, l’ennesimo, tra 5stelle e Lega, nuovo motivo di lite. Sì, sì, ok, lo sapevo ma non l’ho capito. Per convincere la gente a votare un pasticcio simile bisognerà dare qualche incentivo. Non parlerò mai male di te. Di Battista, intervistato da Di Battista, dice che di questo Salvini lui non ha mai sentito parlare, sarà perché era via, a Macondo o chissà dove, ma ora chiede a Sarah. Insomma, ci sono parecchi invisibili – quasi tutti, quasi il 90 per cento delle domande – che pur chiedendo, bolli e pratiche alla mano, di diventare visibili, stanno ancora lì. C’è anche quell’altro verbo, “dosare”, che ribadisce bene il concetto, cioè dovrebbe esserci un rubinetto, quello dell’informazione, e il governo (secondo il senatore Monti) dovrebbe aprire e chiudere a piacere, “come nell’informazione di guerra”. Uno: ho inventato tutto, sono un mitomane che dice “un mio amico”, che è come dire “mio cuggino”. Qualcuno ha sciolto dell’acido negli acquedotti, non c’è altra spiegazione. Insomma, sia messo a verbale che è assai difficile opporsi al salvinismo, malattia analfabeta del fascismo, se sei mesi fa si dicevano – con altri toni e vestiti meglio – più o meno le stesse cose. Qui la bella recensione di Francesca Cingoli sul blog di IO Donna del Corriere della Sera (il link è qui ).

Avv pitorri roma 21 commenti » Dunque emiliano Pubblicato in video
22 commenti » « indietro Febbraio 26 commenti »
In una parola: polverone 19 commenti » Pubblicato in racconti Diciamolo: è un peccato

A tutte e 5 le domande la risposta è Sì! I dati sul precariato nella categoria fanno spavento, si scrive per otto euro, per cinque euro al pezzo, i giornalisti sotto i quarant’anni arrivano in media a sei-settecento euro al mese, c’è un vastissimo lumpen-proletariat del lavoro intellettuale, che diventa sfruttamento e ricatto professionale. Meglio il vecchio Benigni che faceva Cioni Mario, quello delle origini, che se la prendeva con quei paesini toscani dove “Quando uno va al cinema a vede’ Hitler, dice: che fascista quell’attore!”. Al bar del teatro, se chiedi una Coca-cola ti dicono che hanno solo quella de L’Altromercato, equo e solidale. Il Fatto Quotidiano , in collaborazione con la Scuola Superiore di Ipnosi, è in grado di rivelare le nuove linee guida della narrazione renziana a cui narratori, comunicatori e guru dovranno attenersi fino alla vittoria finale. E poi (viene il bello), la capacità di abbeverarsi a un movimento (e di crearlo) fatto di giornali satirici, fogli irriverenti, sfide al pensare solito e comune. Lo Yemen è un po’ lontano perché i profughi di quella guerra arrivino qui e chiedano di essere accolti. Utopisti, imbelli, amici dei talebani (qualche imbecille col botto lo ha detto anche ieri), comprese insolenze di stampo fascista (malpancisti, panciafichisti), più analisi geopolitiche dei puffi, più rapporti amorosi (ed economici) con la Cia e il Pentagono, più le accuse di tradimento dell’Occidente. Di solito dietro queste scelte spunta sempre uno di quei guru della comunicazione che fanno più danni vaiolo tra i Maya, ma non sappiamo se sia questo il caso, e magari Cottarelli, coerente con le sue spending review, fa tutto da solo. Intanto, fuori dal magico mondo di Salvini, nel disgraziato paese reale, c’è gente che organizza spedizioni con spranghe e bombe carta. E gli si dà spazio lo stesso, in lungo e in largo, invece di chiamare l’ambulanza. Ok, il 2016 è agli sgoccioli. Grazie a Luigi Di Maio, schiere di mariti, amanti, debitori, gente indietro con le rate, potrà appellarsi a questa specie di Primo Emendamento. “Trasformare i sudditi in cittadini è miracolo che solo la scuola può compiere”. Il consiglio è di installarsi una sirena sopra il letto: una volta svegliati di soprassalto, dovrete solo accendere il computer e scrivere: “No! Si perpetua così l’atavica diffidenza borghese per la povertà, e soprattutto si impedisce una seria riflessione sull’intero sistema economico. Sarebbe facile farci dell’ironia, ma suonerebbe tutto già sentito, perché se c’è una stupidaggine nazionale storica è quella dell’esultanza per la scoperta geografico-politica dell’ultima spiaggia. Quando gli chiedi che lavoro fai?, non sa se dire prima consegne a domicilio, o dogsitter, o ripetizioni di araldica, ma poi si decide: Sua Altezza Reale il Principe. Il caleidoscopio di appalti e subappalti ha fatto quasi scomparire del tutto i corsi sulla sicurezza.

Selezionare annunci basici (basic ads)

Facebook ed Instagram hanno irrigidito il loro regolamento circa le promozioni di tè dimagranti et similia fatte dagli influencer. Bisogna dire Sì, la solita solfa. Altro capitolo interessante, quello delle tasse sulla casa, che gli economisti della Lega spingono come fosse una cosa nuova.

Jorge Mario Bergoglio Francesco – Creare un profilo di annunci personalizzati

Quando? Possibile che tra le mille e mille sigle sindacali che sono affluite ordinatamente al Viminale per sentire la lezioncina sulla flat-tax dell’indagato dimissionato non ci sia stato uno – che ne so, un vecchio delegato, una rappresentante delle commesse, un sindacalista degli edili – che si sia alzato dicendo: “Questo è troppo me ne vado”? L’alternanza scuola-lavoro è una specie di ciliegina sulla torta: insomma, bisogna far vedere ai ragazzi cos’è il mondo del lavoro, no? E’ sbagliato dire che alla riunione sul razzismo negli stadi non c’erano i capi delle tifoserie più estreme, quelli che “per campanilismo” urlano “Forza Vesuvio”. Attendo chi viene da me e lo guardo negli occhi”. E di altro, naturalmente. Cominciano la giornata con il saluto al sole, di cui hanno proposto una riforma in senso liberale scritta da Maria Elena Boschi. L’abilità di Giuliano Pisapia come mediatore è ormai nota nel mondo e oggetto di grande ammirazione. Quelle parole che ti escono da sole quando davvero ti cascano le braccia, quando “non ce la fai più”. Le cassiere dei supermercati – Cazzi loro. In ticket con Ciccio di Nonna Papera potrebbe avere qualche soddisfazione e persino arrivare al ballottaggio. 30 agosto – E’ deciso, il referendum sulla riforma costituzionale si terrà tra il 9 ottobre e il 23 aprile, ma in caso di pioggia verrà rinviato a giugno. Oppure si tratta di mesmerismi: il Pil previsto col burbanzoso ottimismo del bulletto (poi preso a ceffoni da Corte dei Conti e Bankitalia), oppure le fantasiose architetture numeriche per dire che il Job Act ha funzionato e gli ottanta euro pure: trenta miliardi distribuiti a imprese e cittadini che sul Pil hanno pesato zero (e basta andare a vedere i dati sulla stagnazione degli investimenti privati per capire che quei 20 miliardi ricevuti in dono con il Jobs Act le aziende non li hanno investiti per niente). E’ un’offerta specialissima: se comprate il Sì vi danno in omaggio l’Italicum e un ponte. Magari l’ha fatto sentendosi molto furbo, magari ha solo “eseguito un ordine”, oppure pensa che siamo tutti scemi: tre cose, anche queste, che prima o poi ti fanno finire male. Bzzzzz! Dicono a McDonald’s che ci sarà anche “una parte formativa in aula per spiegare come funziona il nostro modello di business”. Chi preferisce il link è qui.

Luciana Littizzetto – Selezionare annunci personalizzati

Per trovarla in forma di canzone – e che canzone! Incazzato? Sabato 12 ottobre – Mestre – ore 17.00, Chiostro M9. Riassumiamo a grandi linee: i nostri nonni, dopo l’immane disastro e i milioni di morti regalatici dal puzzone mascelluto, hanno cacciato il fascismo a colpi di schioppo. Lussemburgo? Tutto pronto per le finali di M Factor , il talent che incoronerà il Macron italiano. Si alza o si abbassa la temperatura corporea (secondo stagione). E’ come se nel telegiornale si parlasse, che so, dei manifestanti uccisi in Birmania, e dopo il servizio, si presentasse in studio un generale golpista birmano per il contraddittorio. Mentre Donald Trump vede il Muslim Ban momentaneamente sospeso da un giudice e il suo appello rigettato, le persone che da giorni manifestano per le strade della Romania ottengono un’importante vittoria sul governo. La gente, in generale, pensa che il truffatore sia un bastardo, ma anche che il truffato sia un po’ fesso, e che se si è fatto fregare una volta ci cascherà di nuovo, che un po’ se lo merita. E poi c’è la dietrologia, chiamata così perché “davantologia” fa brutto e bisogna far finta che per vedere la realtà si è scavato a fondo, mentre invece è lì sotto gli occhi di tutti. Come in quegli stati americani dove la gente mette sul paraurti l’adesivo con scritto “Ha detto Gesù che devi tenere la distanza di sicurezza”, così in Italia la decalcomania “Ce lo chiede l’Europa” è stata appiccicata ovunque, da ogni governo. Pronti? Chi può indire un bando?

Davide Capoti,Alessandro De Lorenzo,Matteo Maggioni: Creare un profilo di contenuto personalizzato

Timide proteste del ministro della giustizia. Il premier arrivava in Smart e viaggiava in treno. Insomma, no, grazie. Invece nel Pd all’autosospensione di Lotti si sono alzate voci esultanti: “Che coraggio! E ancora Dylan, e ancora perché sì. Le ricerche sono ovviamente top secret, ma qualcosa trapela: la sostanza che distrugge gli organismi dall’interno si chiamerà Verdini. Ultimo, dopo la cacciata di Salvini da Mondragone, l’irresistibile Roberto Giachetti, che ci ha fatto la grazia di non citare direttamente l’aforisma farlocco del grande letterato, ma ne esprime con parole sue il concetto: “Non esiste al mondo che in un paese democratico ad un esponente politico (per di più il segretario del maggiore partito italiano) venga impedito di fare un’iniziativa politica”. Riporto le sue parole, su twitter, ovviamente coprendo la fonte, che potrebbe passare dei guai. Molto richiesto anche il ricercatore di figli e nipoti di partigiani disposti a dire “Mio padre partigiano avrebbe votato sì”. La fiducia nei politici e nella politica in generale non sta messa meglio di prima, anzi. Quando festeggia per la sconfitta di qualche sinistra in giro per il mondo, ecco Renzi tessere le lodi di Tony Blair, che è un po’ come su uno si ostinasse a portare come esempio un re merovingio, o un antico condottiero delle fiabe nordiche. Sabato – Giornata di silenzio elettorale. Dunque si procede così, per contrari estremi: o il paradiso e la Morte Nera, o il trionfo o il disastro, o la medaglia d’oro o l’eliminazione vergognosa. Sia messo a verbale: l’Emilia-Romagna è caso particolarissimo, a sé, non può (e non deve) fornire indicazioni su tutto il resto del paese. Un apologo che ci dice questo: le vie del Signore saranno infinite, ma anche la manutenzione è importante.

Selezionare contenuti personalizzati

E integrati (Giusto così, perché Dylan è anche grande letteratura). Stanza dieci . Fate conto di metterle allo stesso prezzo delle primarie, due euro l’una, e sono cifre importanti, abbastanza per avviare un percorso imprenditoriale basato sulla cessione beni e servizi per chi vuole derenzizzarsi. Lo trovi pappa e ciccia con un narcos e lui dice: non lo conosco.

Giampaolo Lorusso // Valutare le performance degli annunci

Http://www.piemontefeel.it/compendium-value-limited-sui-prodotti-finanziari/. Titolo: “Il gusto della citazione”. E questo ci da modo di parlare del ruolo da registra della pubblicità. Grazie a Mauro Zola per questa bella intervista su Biella Cronaca (cliccare sull’immagine per leggere, il link è qui ). Stop raga. Può capitare che qualcuno chieda prove provate del vostro non essere mai stati renziani. Piccola proposta di decenza per quel che resta della campagna elettorale: una moratoria sulla cronaca nera. La ‘ndrangheta che sfrutta gli schiavi è anche quella che truffa l’Inps. Poi gli passano sotto il naso i camion delle arance raccolte col lavoro semischiavistico, il caporalato, la grande distribuzione e le sue aste al ribasso. I lettori di interiora di pollo e fondi di caffè avevano allora preconizzato una nuova era. Avremo dunque quelli che mangiavano i bambini a Rignano insieme a quelli che rivogliono la lira, insieme a quelli che insistono per ricoprirci di soldi se stiamo sul divano a fare un cazzo, che è l’interpretazione del Reddito di Cittadinanza di quelli che non ne hanno bisogno, eccetera eccetera. Lasciamo perdere il consueto sciame sismico: attenzione ai ricorsi… il parere dei presidi… rumore di fondo.

Fausto Izzo,Guido Picciotto: Valutare le performance dei contenuti

E poi, diciamolo, il partito è una specie di status symbol , un po’ sopra lo yacht di lusso, la villona col molo privato, il jet personale. Naturalmente, accecati dalla manciata di euro, pochi noteranno che dare la stessa cifra al figlio del notaio e a quello del bracciante produce una di quelle cose che ai nostri figli vorremmo evitare: l’aumento delle diseguaglianza. La guardia costiera libica. Calendario intenso, diciamo…. Ogni discorso pubblico ne è pieno, se ci fate caso, ogni discussione, o confronto, tende a creare una situazione paradossale, estrema ai limiti del surreale, e poi a discutere di quella, invece che della realtà. No, non per i famosi mercati, lo spread, le azioni, le Borse, i flussi internazionali e gli investimenti stranieri, che se ne sono largamente fottuti, ma per una dolorosa questione occupazionale. Altra faccenda portentosa: le cose “de sinistra” che durano da quarant’anni senza perdere appeal, carica vitale (e clienti) si contano sulle dita di una mano, e per quelle che lo hanno fatto con leggerezza e ironia basta un dito solo. Chiamate qualcuno! Si rinviene nei sotterranei del Vaticano (aprile) un gruppo marmoreo raffigurante Proserpina che testimonia contro Plutone per lesioni e sequestro di persona, l’attribuzione al Bernini è un po’ dubbia, dopo le analisi del materiale (pongo). Due o tre cosette a voi che passate ogni tanto di qua.

Applicare ricerche di mercato per generare approfondimenti sul pubblico

Poi che venga mostrato in tutta la sua neutralità: male e basta. Facciamolo assieme, consensualmente. Andiamo, chi non cederebbe a un fascinoso fiorentino passeggiando sul lungosenna, mano nella mano tra le viuzze romantiche del quartiere latino? Intanto che (non) se ne discute continua la caccia al tesoro, che è quel che poi è diventata da anni la vera pratica italiana della politica economica, un cercare riserve dimenticate, tesoretti spuntati dal nulla, risorse insperate. Una delle cose più discusse tra ieri e oggi è indubbiamente l’episodio avvenuto a Vasto, in provincia di Chieti, e che vede ora in manette Fabio di Lello. Per dire che sottovalutazione e accettazione del fenomeno, i vari “sono ragazzate” e “non è vero”, non curano e non sopiscono, ma suonano come incoraggiamento. Ma, ha concluso Francesco “ora spetta ai tribunali decidere”. I veti incrociati, i piccoli partitini del due per cento sempre più simili a lobby personali, gli aghi della bilancia, le furbizie da prima, seconda, terza Repubblica, verranno messe alla prova nel voto di oggi, e si potranno vedere in filigrana tutti i 209 miliardi di motivi per cui c’è chi sega il ramo su cui sta seduto. Una manciata di posti in lista per l’amata che fa la preziosa e non vuole tornare. Piccole varianti. Ma insomma, del miracolo del Silvio risorto si è già detto in abbondanza: a furia di flebo come i patti del Nazareno, leggi elettorali fatte apposta per farlo uscire dal sarcofago e altre strizzatine d’occhio, ora è qui e dovremo ascoltarlo.

  1. 24 commenti »
  2. dai, non siete felici
  3. il percorso
  4. giusto
  5. buongiorno,
  6. pubblicato in pagina99
  7. 28 commenti »
  8. 18 commenti »
  9. parrebbe di no
  10. 7 commenti »
  11. collegamenti rapidi
  12. paolo attivissimo
Il Disinformatico: OggiTreviso, testata giornalistica, pubblicizza e promuove un sito truffa

Cara, posso spiegarti tutto, non ho capito la mail. Pubblicato in Questa non è una canzone d’amore , Rassegna stampa. Mischiate bene e avrete il cocktail micidiale che produce così tante vittime, aggiungete molte parti di ideologia liberista, quella storiella furba che se aiuti l’impresa (sussidi, sconti sui contributi, agevolazioni fiscali) aiuti anche i suoi lavoratori, cosa millemila volte smentita dai fatti, eppure ancora narrazione dominante. Tutto insieme, così, per gradire, scandalizzarsi un po’, dedicarci una quota del proprio fondo-indignazione, e poi passare ad altro. Come dire che la Hawkins mette in piedi un caleidoscopio (uno split screen , se siete moderni) di racconti staccati che compongono un disegno, e in questo è davvero brava, perché ha in mano una storia che potrebbe scappare di qua e di là, e invece alla fine tutti i pezzi finiscono a posto, con tanto di sottofinale e colpo di scena conclusivo.

Casaleggio Micol

In omaggio ai lettori dell’ Unità un file audio originale di Gramsci che dice di votare Sì. I leghisti trentini se lo sono fatti scappare sotto il naso e ora tengono il dito sul grilletto contro il parere del ministero. Qui la chiacchierata con Radiopop e Prisma (grazie a Lorenza Ghidini). Il suo intervento sarà incentrato sulla necessità di considerare la solidarietà sociale più importante e decisiva di alcune leggi, tipo quelle fatte in fretta e furia per vincere le elezioni europee. Spiace contraddire Ennio Flaiano, ma non è vero che la situazione è “grave ma non seria”. La triste questione della birra calda torna alla ribalta in quel girone dantesco che sono le elezioni comunali a Roma, e precisamente nel programma di Carlo Calenda per il III Municipio, con tanto di slide, in cui si parla (testuale) di “movida a basso costo”, deriva da combattere con tutti i mezzi. Cioè uno si alza la mattina, raggiunge il suo posto di lavoro, accende il computer e digita la parola vietata: una triste vicenda umana (ancora più triste, se considerate che è pagato da noi tutti, essendo lo staff della disinformatsija salviniana passato al libro paga del ministero). Firma del patto per la Calabria con il sindaco di Reggio, Falcomatà, la promessa di strade e treni veloci, il ministro Delrio al seguito, il ministro Franceschini che dice uh che bello, e come dargli torto. Le baracche delle piane degli agrumi stanno ancora lì.

Sviluppare e perfezionare i prodotti

Scrivi e Guadagna – Web Marketing News Si è cercato Ricerca nell’archivio… – Scrivi e Guadagna – Web Marketing News

La questione è già stata approfondita dai leader politici, cioè approfondita come sanno fare loro, in scambi di contumelie di 280 caratteri, virgole e spazi compresi. Per finire con il tocco di genio: la moratoria sulle polemiche. Da un ruolo. Sarà uno spettacolo, non scordatevi i popcorn. In questa oscena tenaglia, lo squilibrio è evidente: scommettendo al ribasso sui mercati finanziari, le grandi potenze della speculazione produrranno altre ricchezze per sé e per i loro azionisti, in modo non dissimile da chi vende amuchina e mascherine a prezzi da mercato nero, cioè la collocazione etica è più o meno quella. Qui sotto il bel pezzo di Antonio D’Orrico su Follia maggiore.

Di Placido Alfredo Gabriele – Garantire la sicurezza, prevenire frodi e debug

Ma il dato rimane: anziché esserne spaventata, la piccola e media borghesia italiana si è riversata su Salvini. Morta lì è la parola giusta. Ecco fatto: è bastato qualche mese di (sconclusionato) dibattito per risolvere in qualche modo il problema dei poveri, trasformati dai ricchi che ne parlano in pubblico in meri possessori di divani e potenziali truffatori. Ultima uscita, molto commentata, il suo elogio di Matteo Salvini, una specie di apologia di Socrate, con qualche piccola differenza: che Emiliano non è Platone, che Salvini non è Socrate e che ha mangiato e bevuto di tutto, ma non la cicuta (era mojito). Insomma, è stato faticoso trovare un governo, ma sarà ancora più faticoso trovare un’opposizione. Eccetera eccetera. Intanto è in italiano (i governi precedenti l’avrebbero chiamato “Fiscal Love”) e poi descrive bene il clima da osteria, ehi, qua la mano, pare di vedere una locanda con vecchi contadini, una pittura dell’Ottocento. Ci vorrà un esploratore psicologo, ma di quelli bravi, anche per Berlusconi: la sua faccia quando dice “Matteo Salvini, il nostro leader” non ce l’aveva nemmeno Mimì nel quarto atto della Bohème, poverina. Si sono formati politicamente sui romanzi del capocorrente Dario Franceschini prima di scoprirne il prezioso uso come sottopentola. Tuttavia, specie negli ultimi lustri, quello della prevenzione della corruzione e delle infiltrazioni criminali ha costituito certamente un’esigenza “interna” rilevante e tale da giustificare la deroga al divieto di gold plating (sancito alla lettera a) della legge delega). E’ un fatto che le grandi riforme dell’era democristiana (una su tutte, il Sistema Sanitario Nazionale, 1974, Tina Anselmi santa subito) vennero fatte anche per un serio lavoro delle opposizioni (il Pci) e con una pressione delle piazze. Di lei, protagonista indiscussa che spara al marito nella prima riga, sappiamo tutto, dei rapporti tesi con una madre egoista e sfuggente (eufemismo), della sua ricerca del padre sconosciuto (e la madre non gli dice chi è), della sua scalata nell’Olimpo del giornalismo televisivo. La crisi coniugale in atto nel centrodestra tra Salvini e Silvio Restaurato, o i Cinque stelle che mettono su una faccia istituzionale e fanno di tutto per mostrarsi i più democristianamente misurati. In compenso genera crisi di riso irrefrenabili. Quella matrice lì, con le croci celtiche, le svastiche, i boia chi molla e tutto il campionario, la riconosce anche un ripetente di seconda media, dunque quella della Meloni è una provocazione. Ecco i primi segni del cambiamento.

Lascia un commento